Pilates a Parma

Hai sentito parlare di Pilates ma non sai di preciso cosa è? A San Pancrazio Parmense, al Pareti Sport Center in via Francesco Magani 14/a,  la nostra associazione propone diverse ore settimanali. Per poter avere accesso all’attività occorre però prima richiedere di associarsi e versare la quota sociale di 15 euro che, oltre all’assicurazione sugli infortuni in sala, ti offrirà anche la possibilità di provare, per due settimane, tutte le lezioni che vuoi.

Se ti abbiamo incuriosito, senza impegno, passa a conoscerci oppure chiama il 338 3372511 per ulteriori informazioni a riguardo.

Yvette Novak, Presidente e insegnante di Pilates della nostra associazione, saprà darti tutti i consigli del caso.

ASD Dance & Fitness – Orari Pilates al Pareti Sport Center di San Pancrazio

 

5 benefici del Pilates

Il pilates sta diventando una pratica sempre più comune nelle palestre ed è molto apprezzato, soprattutto da noi donne. Ma cos’è esattamente e quali benefici può avere sul nostro corpo?

Il metodo pilates è stato lanciato nel 1923 negli Stati Uniti dal tedesco Joseph Pilates (1883-1967), dopo aver studiato i movimenti dei bimbi piccoli e degli animali e avendolo prima di tutto sperimentato su se stesso. Joseph, infatti, era nato con un corpo molto gracile e soffriva di vari problemi di salute che avevano colpito e indebolito la sua muscolatura. Cominciò a studiare l’anatomia (insieme allo yoga, il Tai Chi e alla meditazione) e usò l’esercizio fisico per rinforzare il suo corpo. Il suo metodo funzionò e da grande divenne un ottimo sportivo, bravissimo nella boxe, nel nuoto, nello sci e ovviamente nella ginnastica.

Durante la prima guerra mondiale Pilates venne internato in un campo di concentramento dove lavorò in ospedale come barelliere. Qui aiutò i feriti, che non potevano alzarsi dal letto, usando il suo metodo di allenamento e regalando loro moltissimi benefici. Questi benefici sono giunti fino a no e si possono sintetizzare in 5 punti, che vi elenchiamo qui. Vedrete che alla fine sarete tentate di provarlo!

1 – Muscoli

Uno degli obiettivi chiave del pilates è rafforzare il core, cioè la cintura addominale. Durante l’allenamento viene posta l’attenzione soprattutto su questi muscoli, per potenziarli e migliorare la postura, prevenendo così anche eventuali infortuni che potrebbero banalmente colpirti durante i movimenti della vita quotidiana.

2 – Flessibilità

Joseph Pilates ci credeva fermamente: «La vera flessibilità può essere raggiunta soltanto quando tutti i muscoli sono sviluppati in modo uniforme». Ecco perché nelle lezioni di pilates si lavora con piccoli movimenti che rafforzano ogni muscolo. Una combinazione di pilates e yoga può poi aumentare ulteriormente la tua elasticità.

3 – Dimagrire

Il pilates può sembrare un allenamento poco intenso, probabilmente non suderete moltissimo, ma diversi studi hanno dimostrato che può farvi perdere peso. Il pilates quindi non solo migliora la postura e tonifica, ma serve anche a modellare il corpo in modo armonioso.

4 – Consapevolezza

Joseph Pilates descrisse il suo metodo come «un collegamento completo del corpo, della mente e dello spirito»Alycea Ungaro, proprietaria di Real Pilates Nyc, ha dichiarato al The Guardian: «Il pilates può essere una pausa mentale ed emotiva per coloro che soffrono di depressione, ansia o stress quotidiani. Può ringiovanire la mente e ripristinare lo spirito. A volte penso che i benefici siano quasi in linea con quelli della meditazione».

5 – Sollievo dal dolore

Per chi soffre di mal di schiena, specialmente nella parte bassa, il pilates potrebbe essere un vero toccasana. È importante però una visita medica prima di iniziare e trovare un istruttore qualificato per eseguire le mosse correttamente, altrimenti si rischia di peggiorare la situazione.

Pilates al Pareti Sport Center di San Pancrazio

Pilates e mal di schiena

Se soffriamo spesso di fastidiosi mal di schiena sappiamo bene che non abbiamo la possibilità di eseguire alcuni movimenti e molte volte questo rappresenta la scusa principale per impigrirci, il pretesto a cui ci aggrappiamo per non andare in palestra o evitare di praticare sport. Tuttavia, una volta provato una lezione di Pilates, anche per le più svogliate di noi non ci saranno più scuse. Infatti, seguire questi corsi rappresenta un vero toccasana per tutti coloro che soffrono di problemi posturali e i benefici del Pilates sono praticamente immediati. Per chi non avesse chiaro cos’è il Pilates, si tratta di una tipologia di allenamento che punta, secondo le parole del suo fondatore, il tedesco Josehp Pilates, alla “realizzazione e mantenimento di un corpo sviluppato uniformemente con una armonia mentale, in grado di svolgere quotidianamente i molti e vari compiti con naturalezza, facilità e con piacere” .

Questo significa che il Pilates, che è nato ed è stato messo a punto all’inizio del ‘900, si articola come una ginnastica dolce, pensata per far in modo che la persona prenda coscienza del proprio corpo e riesca a svolgere i movimenti quotidiani in maniera fluida e armoniosa. Il suo inventore, infatti, mise a punto una tipologia di allenamento a New York, intorno al 1920, che riusciva a coniugare l’aumento della forza fisica in contemporanea con uno sviluppo armonioso del proprio corpo. Se i primi anni furono in sordina, successivamente il Pilates è stato conosciuto e apprezzato dalle maggiori personalità di spicco del mondo del cinema e dello spettacolo, fino ai giorni odierni, dove personaggi del calibro di Pippa Middletone, Jessica Biel e Kete Winslet lo praticano regolarmente.

Per capire a cosa serve il Pilates, basti pensare che alla sua base c’è una precisa filosofia che si fonda sul controllo e sulla fluidità del movimento, il quale deve essere guidato da una serie di fattori, come la concentrazione mentale e il controllo muscolare, il tutto scandito da una precisa e regolare respirazione, indispensabile per sfruttare al meglio le contrazioni del proprio diaframma e consentire di trarre il massimo dell’energia da ogni movimento. Gli effetti del Pilates si notano sulla cosiddetta Power House, ossia l’insieme di muscoli adduttori, lombari, glutei e addominali, praticamente tutti quelli che sono direttamente connessi con il tronco. Anche se a prima vista potremmo pensare che il Pilates sia un tipo di ginnastica che fonde stretching e Yoga ma che non sia troppo incisivo, basterà seguire qualche lezione o approfondire la tipologia di esercizi proposti per ricrederci del tutto: per chi si chiede dopo quanto tempo si osservano i primi risultati positivi, i riscontri sono rapidissimi:

– Benefici per la schiena, perché scompaiono le tensioni e migliora la postura; – Benefici per la cervicale in quanto gli esercizi proposti sono in grado di sciogliere le rigidità muscolari

– Benefici anche per le gambe, infatti, il Pilates va a migliorare la circolazione e, in più, contribuisce indirettamente a ridurre cellulite perché stimola il microcircolo e aiuta a evitare il ristagno dei liquidi linfatici.

Dimagrire con il Pilates

Anche se il suo principale obbiettivo non è il dimagrimento, sicuramente il miglioramento delle condizioni generali del corpo aiutano a stimolare la perdita di grasso, soprattutto perché ci si sente più energici e si amplia la possibilità di movimento; questo, abbinato a una corretta alimentazione, aiuta a stimolare anche la lipolisi, cioè lo scioglimento del grasso corporeo. Ecco perché pensare che il Pilates fa dimagrire è sbagliato, ma ritenere che grazie ai benefici che offre si possa anche perdere peso in maniera indiretta è, invece, il giusto atteggiamento. Un obbiettivo che è perseguibile, invece, è il rimodellamento del proprio corpo e il rafforzamento di alcuni gruppi muscolari.

Gli esercizi proposti, infatti, sono specifici per i muscoli posturali e per imparare a regolare la respirazione nel modo corretto, ma hanno anche il vantaggio di poter essere eseguiti anche a casa. Il metodo di allenamento del Pilates si può avvalere o meno di strumenti accessori e anche se per chi è agli inizi e si sta avvicinando a questo mondo da poco, è consigliabile eseguire gli esercizi base di Pilates seguiti da un istruttore esperto che possa dare le giuste indicazioni, sarà poi possibile ripetere questi esercizi a casa propria.

Principalmente gli esercizi base di Pilates sono a corpo libero e si lavora sia in posizione eretta che in posizione supina o prona. Bisogna prestare particolare attenzione a svolgere in maniera corretta tali esercizi in quanto, soprattutto per chi soffre di mal di schiena, si possono andare a sollecitare le articolazioni e tutta la muscolatura del tronco addominale, fino al bacino: un netto miglioramento, nei casi di mal di schiena, lo si avverte proprio quando si riesce a rinforzare l’assetto del proprio baricentro e per fare questo un altro tassello da non sottovalutare è la corretta respirazione. Infatti, la respirazione cambia durante l’esecuzione dell’esercizio e uno degli obbiettivi è proprio quello di riuscire a controllare a dovere il diaframma. Nella parte iniziale dell’esercizio occorre abbassare il muscolo diaframmatico inspirando, in modo da consentire all’aria di entrare, mentre arrivati al culmine dello sforzo occorre cominciare l’espirazione, innalzando il diaframma e permettendo all’aria di defluire. Il tutto deve essere sincronizzato con i muscoli addominali, per cui il Pilates è particolarmente adatto anche all’allenamento della zona toracica. Quando il Pilates si avvale di strumenti, inoltre, per lo più sono accessori come soft ball, elastici o particolari pedane che accompagnano la postura negli esercizi dedicati alla schiena.

Pilates: controindicazioni

Il Pilates è un tipo di allenamento particolarmente indicato in casi di dolori alla schiena collegati a una scorretta postura, a casi patologici di scoliosi, cifosi, lombosciatalgie, ecc. ma anche quando si riscontrano problematiche cervicali dovute, per esempio, a vertebre schiacciate o problemi alle articolazioni della mandibola.

Vista la particolare natura dell’allenamento, non ci sono eccessive controindicazioni nel suo svolgimento, piuttosto è fondamentale affidarsi a un istruttore esperto in quanto è necessario eseguire in maniera corretta le varie posizioni che l’allenamento prevede. Il rischio è quello di peggiorare i sintomi, anziché migliorarli. Una volta che si è presa dimestichezza con la tecnica e con le posizioni basilari, ci si può continuare ad allenare anche da soli: sono infatti disponibili anche in rete molti esercizi di Pilates da fare a casa, oppure specifici video con intere lezioni che aiutano lavorare sul proprio fisico in perfetta autonomia. Tuttavia, soprattutto per chi ha problematiche alla schiena o per le donne in gravidanza avanzata, dove l’ingombro del feto potrebbe ostacolare l’esecuzione dell’esercizio, è sempre bene rivolgersi a una persona esperta per una supervisione, oltre ad aver deciso insieme con il proprio medico la giusta strategia.

Pilates al Pareti Sport Center di San Pancrazio

Pilates: alla scoperta dei numerosi benefici

Leggi la bellissima storia del fondatore del pilates e scopri i numerosi benefici di questo sport. A terra (mat pilates) o su delle  macchine specifiche, una seduta di pilates alterna esercizi di allungamento, rinforza, allena i muscoli e migliora la  mobilizzazione delle articolazioni.

Ci sono più di 500 esercizi, per cui è difficile annoiarsi.  Nel fare gli esercizi, si lavora molto sulla respirazione per sollecitare e prendere coscienza della propria cintura addominale.

 I risultati? Ecco quello che diceva l’inventore di questa disciplina, Joseph Pilates: “In dieci lezioni sentirai la differenza, in venti lezioni vedrai la differenza, in trenta lezioni avrai un corpo nuovo”. Niente male come premessa!

Chi è Joseph Pilates?

Joseph Hubertus Pilates è nato in Germania nel 1880. Era un bambino fragile e asmatico. In età adulta, cominciò a studiare molte discipline come lo yoga e le arti marziali, formulando un sistema che funzionava sul suo corpo: una serie di principi che proclamavano il “il diritto di ogni individuo a restare in salute”, cioè controllogy, conosciuta oggi come pilates. Un vero genio!

Lo sport delle star!

E’ vero che lo praticano  molte star come Gwyneth Paltrow, Madonna, Hugh Grant, Sharon Stone, Tina Turner, Jennifer Aniston  ma  il pilates non è  solo una moda. E’ un’attività sportiva che va avanti dal 1926 e che ha dimostrato nel tempo la sua validità e la sua efficacia nel mondo della danza, dell’educazione sportiva e dello fisioterapia.

Come funziona?

Il metodo pilates si basa su questi elementi:

  • La respirazione: crea il legame tra il corpo e lo spirito
  • La concentrazione: è il principio “ mind and body”, i muscoli reagiscono meglio se la mente è concentrata
  • Il centro: il centro del corpo ha un’importanza fondamentale. Saperlo controllare permette l’esecuzione dei movimenti in tutta sicurezza
  • Il controllo : l’obiettivo principale del pilates è di riuscire a controllare il movimento in modo tale da sviluppare la coordinazione
  • La precisione: durante l’esercizio, bisogna concentrarsi sui dettagli del movimento
  • La fluidità: in ogni movimento, non si deve percepire l’inizio e la fine ma va eseguito con continuità.

Sono sedute di 50 minuti sulle macchine  o a terra oppure alternando i due metodi . Ogni esercizio deve essere ripetuto tra le 5 e le 10 volte in modo lento e preciso. L’inspirazione e l’espirazione sono molto importanti.

Ecco come Joseph descrive la disciplina inventata da lui: “Pochi movimenti ben programmati ed eseguiti con precisione in una sequenza bilanciata hanno lo stesso valore di ore e ore di contorsioni forzate e fatte in modo approssimativo”.
“Ho inventato tutte queste macchine. Ho pensato, perché usare la mia forza? Così ho inventato una macchina che lo facesse al posto mio. Farà resistenza ai tuoi movimenti soltanto nel metodo corretto, così che i muscoli interni dovranno veramente lavorare con questa forza di opposizione. 
In questo modo potrai concentrarti sul movimento. Dovrai sempre farlo in lentezza e dolcezza, allora il tuo corpo ne sarà coinvolto completamente”.

Il pilates per tutti

il pilates è ottimo per gli sportivi di alto livello ma anche per i sedentari desiderosi di ritrovare la forma. E’ un metodo che rispetta le capacità fisiche di ognuno e non richiede sforzi violenti. E’ consigliato a chi ha subito un trauma sportivo e alle donne incinte (tranne l’ultimo mese),  ma è  anche ottimo per chi vuole tornare in forma dopo il parto (indicato a 2 mesi dal parto).

Ecco i numerosi benefici:

  • sviluppa la presa di coscienza dei muscoli.
  • rinforza i muscoli addominali
  • migliora la mobilità e la flessibilità della colonna.
  • garantisce una muscolatura lunga e potente.
  • migliora la stabilità del bacino e delle spalle.
  • migliora la postura
  • dolori lombari
  • è ottimo come sport complementare. Esempio:  a chi va a correre 2 volte a settimana, si consiglia di praticare pilates una volta a settimana per allungare i muscoli in modo da evitare ferite
  • ti libera dello stress e ti dona un senso di benessere.

Dove praticarlo

Guarda gli orari delle lezioni di Pilates nel nostro planner e vieni a conoscerci al Pareti Sport Center di San Pancrazio. Con soli 15 euro ti associ e puoi provare per 2 settimane tutte le nostre lezioni.

info al 338 3372511 / 348 5543957

Pilates Point Parma

Pilates: iniziamo a conoscerlo

importante metodo di allenamento che, se seguito come si deve, e non come una passione temporanea e dettata da altrui consiglio, può darci reali benefici.
Il Pilates si basa essenzialmente sulle capacità fisiche e sui limiti di ognuno di noi e parte dalla nostra attuale forma fisica per migliorarla. Non è la classica ginnastica a corpo libero ma richiede l’utilizzo di particolari strumenti che la rendono più efficace e mirata. Un esempio che molti di noi avranno in mente anche se finora non hanno mai fatto Pilates, è la grande palla.

Pilates: che cosa è

Appurato che non è una ginnastica come le altre, ma neanche una pratica riservata ai super atletici, vediamo meglio come è nata e perché. Il Pilates è uno dei tanti esempi di come non tutto il male vien per nuocere. Infatti l’ideatore, un tedesco di nome Joseph H. Pilates, l’ha pensata per curarsi dai vari problemi di salute di cui soffriva fin da piccolo: rachitismo, asma e febbre reumatica.

Con una grande forza di volontà e molto studio delle filosofie orietali, questo giovane dalla salute cagionevole ci ha regalato una preziosa disciplina che richiede concentrazione ma che ci regala consapevolezza del nostro respiro e molti benefici tipici della ginnastica dolce.

Dallo yoga ha preso in parte la pratica delle asana ma le tecniche di respirazione sono differenti. Possiamo praticare il Pilates sia frequentando corsi di gruppo in palestra sia se ci stiamo dedicando a un percorso di rieducazione posturale e stiamo facendo fisioterapia.

Pilates: a cosa serve

Difficile riassumere in poche righe a cosa serve questo tipo di allenamento, ogni persone ne trae benefici personali. In generale possiamo affermare che favorisce l’elasticità delle articolazioni e la fluidità dei movimenti, aiuta l’allungamento dei muscoli e incoraggia l’uso della mente per controllarli. Le parti del corpo, a parte la mente, su cui si focalizza l’azione del Pilates sono i muscoli posturali e la colonna vertebrale.

Pilates: quali benefici assicura

Lo scopo principale per cui si inizia a praticare questa particolare ginnastica di origine tedesca è quello di rafforzare i muscoli della zona del tronco, compresi, addome, glutei, adduttori e zona lombare. In secondo luogo, ma molto importante, anche il reallineamento della colonna vertebrale.

Questi sono i primi obiettivi del Pilates che a catena ci assicura molti altri benefici affatto trascurabili. Vedremo subito un miglioramento nella consapevolezza e coordinazione del respiro e una maggior capacità di controllare i movimenti del corpo che saranno più fluidi. Basta gesti bruschi ma sempre precisi e che non creano traumi o strappi. Dopo qualche mese di allenamento regolare saremo padroni del nostro baricentro e potremo ammirarci allo specchio apprezzando un rimodellamento estetico del corpo.

Non diventeremo dei modelli se già non lo siamo, ma la nostra figura diventerà più sana e armoniosa, più funzionale e adatta ad una vita ricca di piaceri e attività a cui dedicarsi grazie ad una acquisita muscolatura più tonica. Attenzione, più tonica, non da Body Building: il corpo scolpito non è da Pilates, questa ginnastica lo rende più sano.

Pilates per il mal di schiena

Una migliore postura e la muscolatura più tonica non possono che far dimuire il mal di schiena, quindi a meno di particolari controindicazioni, se ne soffrite, fiondatevi ad un corso di Pilates, utile anche per l’allineamento scheletrico e per la deambulazione oltre che per alleviare i dolori cervicali.

Chi è sano non dovrebbe imbattersi in particolari veti, se abbiamo dubbi però, possiamo sempre consultarci con il nostro medico che potrà valutare se, soffrendo di particolari dolori o di contratture momentanee, è il caso di rimandare i Pilates.

E’ molto importante, però, anche se siamo in perfetta forma, affidarci ad un istruttore esperto, capace di indicarci gli esercizi adatti e quelli invece da evitare in base al nostro attuale fisico.

Pilates per dimagrire

Dire che il Pilates è una ginnastica per dimagrire, è una grande bugia, ma quando la facciamo, sene abbiamo bisogno, finiremo per perdere peso. Questo accade perché i movimenti che siamo portati a fare, ci obbligano ad una attività fisica regolare, dolce e salutare: la formula perfetta per tornare in forma senza stravolgere la nostra vita e il nostro corpo. Non solo: i benefici non si vedranno solo sulla bilancia, ma anche prendendo atto dell’aumentata tonicità muscolare e cardiovascolare. Già che ci siamo, saremo più concentrati e consapevoli di ciò che nel nostro fisico accade.

Pilates in gravidanza

C’è chi sostiene che per le donne in gravidanza il Pilates sia da evitare. E’ un tema discusso, per cui è meglio chiedere al proprio medico prima di dedicarci a questa attività fisica. Infatti, se in alcuni casi può essere deleterio praticare questi esercizi, dall’altra ci sono future mamme che potrebbero invece trarne giovamento,ad esempio, vedendo aumentare l’elasticità di tendini, muscoli e articolazioni in vista del momento del travaglio.

In gravidanza il Pilates ci aiuta a mantenere il tono muscolare e una corretta postura e a prevenire problemi muscolo scheletrici, ci insegna la consapevolezza del nostro corpo e favorisce il funzionamento degli apparati circolatori, linfatico, respiratorio e digerente. Non dimentichiamo che con questa ginnastica impariamo anche a rilassarci e a respirare meglio, a mantenere il controllo sul baricentro ed evitare problemi a piedi, caviglie e ginocchia.

Dove praticarlo

Guarda gli orari delle lezioni di Pilates nel nostro planner e vieni a conoscerci al Pareti Sport Center di San Pancrazio. Con soli 15 euro ti associ e puoi provare per 2 settimane tutte le nostre lezioni.

info al 338 3372511 / 348 5543957

Pilates Point Parma