PILATES A SETTEMBRE

Dai che oramai ci siamo. Lunedì 02 settembre riapriamo i battenti dopo la rigenerante pausa estiva. Alle 17.30 già la prima lezione proprio di Pilates. Ecco qui sotto i nuovi orari della stagione sportiva 2019/2020. Se è la prima volta che vieni da noi… puoi approfittare, per tutto settembre, delle speciali condizioni della campagna tesseramento.

Per qualsiasi informazione o chiarimento chiamaci al 338 3372511 – 348 5543957.

Il Pilates: cos’è, come si pratica, che benefici porta

Un tempo conosciuto e praticato principalmente dei ballerini di danza  classica, oggi il pilates è un sistema di allenamento diffuso in tutto il mondo. Non si tratta soltanto di un insieme di esercizi fisici, ma di un vero e proprio metodo, inventato da Joseph Pilates nei primi del ‘900, che unificò conoscenze e tradizioni d’Oriente e occidente.

Pilates: a cosa serve

Obiettivo del Pilates è consentire alla persona che lo pratica di sviluppare un’ottima consapevolezza del proprio corpo e dei propri muscoli, tale da poterli controllare in modo funzionale al benessere psico-fisico. Imparando a usare il corpo nel modo corretto tramite gli esercizi proposti dal Pilates, la persona impara ad assumere una coordinazione nei movimenti che può trasferire alla vita quotidiana, migliorando la postura e, di conseguenza, tutti i problemi a essa correlati.

Baricentro, punto di forza e di equilibrio

Fulcro del lavoro è la parte centrale del corpo, definita da Pilates “Power House”: l’addome, i glutei, gli adduttori e la zona lombare. Tonificando questa zona, che non comprende solo i muscoli più superficiali, ma anche e soprattutto le fasce muscolari più profonde vicino alla colonna, il Pilates rafforza il baricentro della persona, punto di forza e di controllo del corpo intero, riequilibrando così i carichi sulla colonna vertebrale. In questo modo non solo si allevieranno e preverranno tutti i disturbi connessi al mal di schiena, alla cervicale e alla scoliosi, ma a beneficiarne sarà tutto il corpo.

Gli esercizi del Pilates: pochi, lenti, precisi

Attraverso una serie di esercizi che possono essere svolti sia a corpo libero su un tappetino (con o senza attrezzi chiamati ring, foam roll, fit ball, soft ball, più l’uso di elastici che di volta in volta assecondano, o contrappongono forza al movimento della persona) o tramite l’utilizzo di specifici macchinari. Il concetto cardine alla base del Pilates è che gli esercizi devono ripetuti poche volte, lentamente, ma con la massima precisione e concentrazione sia nell’esecuzione degli stessi che nel controllo della specifica parte del corpo coinvolta nel singolo lavoro.

Nel Pilates il respiro è fondamentale

Questi esercizi devono essere inoltre eseguiti con la massima fluidità (poiché il corpo si deve muovere come un sistema integrato) e abbinati a una corretta respirazione, che risulta fondamentale come nello Yoga. Sarà compito dell’istruttore accompagnare la persona nello svolgimento corretto degli esercizi, dopo aver concordato insieme un programma che tenga conto sia delle sue esigenze che dei suoi limiti, come l’età, il peso o altri limiti psicofisici dovuti ad esempio alla presenza di patologie croniche.

Tanti benefici, nessuna controindicazione

Il vantaggio del Pilates è di essere versatile e quindi adatto a tutti, tanto che viene sfruttato ampiamente anche nella fisioterapia delle riabilitazioni, nonché in quello  ed estetico: questa disciplina, se praticato correttamente, aiuta anche a combattere la cellulite. Non ci sono particolari controindicazioni, nemmeno per le donne in gravidanza in buono stato di salute; basta solo prestare attenzione alle tipologie di esercizi che possono risultare meno indicate in presenza di particolari problematiche nella persona. Proprio per questo, almeno per cominciare, è bene rivolgersi a un allenatore esperto. Tanti i benefici, in particolare:

  • aumento della coordinazione
  • aumento della tonicità muscolare
  • miglioramento della postura
  • miglioramento dell’attività respiratoria e cardiovascolare
  • perdita di peso

Vi aspettiamo a Parma al Pareti Sport Center di San Pancrazio. Se non sei mai stato iscritto con soli 15 euro ti associ, avrai un assicurazione sugli infortuni in sala e potrai provare per 2 settimane tutte le nostre lezioni.

Per maggiori informazioni chiama il 338 3372511. Ti risponderà Yvette che è l’insegnante di Pilates dei nostri corsi.

Pilates al Pareti Sport Center di San Pancrazio

Il potere del Pilates

Con il termine Pilates s’intende un sistema di allenamento che negli ultimi anni sta diffondendosi nel nostro Paese; prende il nome dal suo creatore Josef H. Pilates e comprende un complesso di esercizi svolti al suolo, molti in posizione supina, con l’ausilio di piccoli attrezzi o addiritttura di sofisticate attrezzature appositamente progettate come reformer, chair, step barrel.

La finalità del Pilates è quella di promuovere il controllo del proprio corpo, tramite la pratica di movimenti che includono la muscolatura scapolare, degli arti, addominale, spinale e pelvica. Il soggetto, qualsiasi età abbia, può approcciarsi a questo metodo per la curiosità di sperimentare oppure per finalità particolari: recuperare e/o migliorare l’agilità articolare e allentare le tensioni dei vari fasci muscolari.

Il Pilates è fondamentale, oltre per una buona forma fisica, anche come prevenzione o recupero delle lesioni. In quest’ultima situazione una spiacevole conseguenza è la perdita della capacità di sincronizzazione dei movimenti e del bilanciamento neuromuscolare; l’esecuzione di una sequenza di esercizi pilates garantisce il raggiungimento di uno stato posturale corretto, una migliore coordinazione e sicuramente maggior controllo della muscolatura.

Dal punto di vista estetico si ottiene un corpo snello e modellato, con addominali tonici e l’area lombare più irrobustita, in grado di affrontare i carichi e stabilire una sorta di “cintura di sicurezza” per proteggere la schiena; il Pilates rappresenta una soluzione anche nei casi di asimmetria, rigidità e anche di cattivo funzionamento degli organi interni che molte volte sono motivi di dolore: il corpo infatti quando non vive bene, sia se l’indisposizione dipende dalla sfera fisica che psico-emotiva, reagisce creando una corazza rigida a partire dai muscoli, tendini, legamenti per finire alle articolazioni che svelano la presenza di stress attraverso le contratture.

La riuscita di questo metodo è consentita dalla collaborazione di insegnanti specializzati con terapisti della riabilitazione; tutto ciò fa del Pilates un allenamento completo rivolto a tutti.
Chiunque può affidarsi a questo training in quanto può solo far del bene, specie se inteso come investimento per la salute; infatti, è particolamente rivolto a chi è soggetto al mal di schiena: in un abituale allenamento si vanno a rinforzare i muscoli che sono già forti e i muscoli deboli diventano sempre più deboli, ottenendo così un corpo non armonioso ma soprattutto aumenta la probabilità di traumi e mal di schiena. Praticando Pilates, invece, il corpo riacquista vigore in toto, ovvero tutti i distretti muscolari vengono”lavorati”, addirittura anche a livello di piedi e talloni.

Oltre ad equilibrare gli assetti posturali, il Pilates mira anche a favorire uno stato di tranquillità nel soggetto, attraverso l’esecuzione di movimento fluidi, associati a particolari ritmi respiratori. Si otterrà una migliore capacità di concentrazione e di consapevolezza del proprio corpo nello spazio, la cui realizzazione è basata non tanto sulla quantità delle ripetizioni, bensì sulla qualità del movimento.

Il metodo Pilates è talmente versatile nei confronti delle aspettative del soggetto che, oltre a lavorare sui muscoli nel modo più dolce possibile, può anche essere inteso come elisir di giovinezza: avvicinandosi alla terza età la struttura corporea va incontro alla perdità di agilità e flessibilità, accentuata dall’inattività fisica che va a sommarsi con la diminuzione della densità ossea e il volume della massa magra. Come risultato si ottiene un corpo non curato che deve, in ogni caso, affrontare sforzi e relative complicanze. È quindi opportuno prepararsi per far fronte a tali eventualità. Il rallentamento del processo d’invecchiamento è possibile con il rinforzo e l’allungamento dei muscoli e lo sviluppo del giusto grado di mobilità.

Il programma escogitato dal dott.J.Pilates non prevede attività aerobica, in quanto non aspira ad affaticare il sistema cardio-respiratorio, però l’esecuzione con un lavoro aerobico, come la cyclette o la camminata, può completare per la conquista di un’armoniosità del corpo.

Il programma Pilates può lenire lo stress psico-fisico che tante volte si avverte in normali azioni quotidiane: quando alzandoci dal letto o uscendo dall’auto avvertiamo un forte dolore alla schiena (parte lombare), oppure sempre in auto facendo retromarcia sentiamo una fitta al collo, o ancora quando un dolore dorsale già esistente ci impedisce di respirare correttamente durante colpi di tosse o starnuti.
Ovviamente il Pilates è ottimo anche per tonificare, mantenersi sani in forma, migliorare le proprie prestazioni sportive.

Si pensi che fu proprio il suo fondatore a testare i benefici del Metodo: il dott.Pilates, da giovane, soffriva di asma, rachitismo e febbre reumatica e per superare gli effetti di questa salute precaria e lo sbeffeggiamento delle persone, fu motivato a creare un nuovo tipo di ginnastica che avrebbe rappresentato la soluzione a molti problemi fisici ed emotivi e tale innovazione sbarcò anche nei distretti ospedalieri; egli infatti inventò un macchinario per esercizi da attaccare con delle molle ai letti di ospedale per pazienti immobilizzati. Ed è grazie alla sua inventiva e al suo impegno che oggi possiamo trarre benefici da un Metodo basato sul pieno controllo di sè e sull’economia del movimento.

Vi aspettiamo a Parma al Pareti Sport Center di San Pancrazio. Se non sei mai stato iscritto con soli 15 euro ti associ, avrai un assicurazione sugli infortuni in sala e potrai provare per 2 settimane tutte le nostre lezioni.

Per maggiori informazioni chiama il 338 3372511. Ti risponderà Yvette che è l’insegnante di Pilates dei nostri corsi.

Pilates al Pareti Sport Center di San Pancrazio

Pilates per gli uomini

FITNESS: BASTA CON I MASCHI TUTTO MUSCOLI GLI UOMINI SCELGONO IL PILATES

Incremento record di iscritti del sesso maschile nelle palestre di tutto il Paese Roma (10 mila) Milano (12 mila). Quest’anno sono 60 mila gli iscritti di sesso maschile a Pilates in tutta Italia. Lo rivela una un’indagine della Power Pilates Italia (www.powerpilates.it), filiale della prestigiosa scuola di New York e centro internazionale di formazione del metodo Pilates, pioniere in Italia nella diffusione della conoscenza e della pratica del vero metodo nella sua forma classica ideata da Joseph Hubertus Pilates.

Il maschio del terzo millennio è ormai cambiato, dopo la globalizzazione elimina le differenze con l’altro sesso e inizia a preoccuparsi dell’aspetto del proprio corpo in un modo più completo: Non cerca più soltanto muscoli gonfi, molla i pesi e va alla ricerca di discipline come le arti marziali ed il Pilates trovando in queste un modo più efficace per ottenere muscoli tonici ed il tanto sognato addominale scolpito. Roba da femminuccia ? Non lo pensa così l’allenatore della squadra di Football Cincinnati Bengals, che ha inserito gli esercizi di Pilates nell’allenamento della squadra. La disciplina, nata negli anni venti dello scorso secolo in Germania è diventato il metodo di allenamento più in voga tra le star negli USA e adesso conquista il pubblico maschile.Tra gli adepti di Pilates c’è anche il campione del mondo della Nazionale Italiana Francesco Totti che ha scoperto il metodo Pilates per curare un mal di schiena cronico e già da alcuni anni pratica regolarmente il Pilates per mantenersi in forma e rilassarsi. “Mi sento più forte e flessibile” spiega Totti. Il metodo corregge la postura, fortifica i muscoli, modella il corpo, allevia le tensioni e libera la mente. Ma quello che è più importante è che questa tecnica può essere usata da tutti senza limiti di età. Va bene per l’allenamento specifico di atleti, per il fitness degli adulti in buona forma ed è indicato anche per gli anziani che con il Pilates possono ritrovare forza ed elasticità.

Attualmente negli USA gli uomini sono già il 38 per cento della clientela dei centri, ma il boom si registra in Brasile dove la presenza maschile conta quasi il 50 per cento degli iscritti. Non indifferente in Europa il fenomeno si ripete: in Germania gli iscritti sono il 34 per cento e in Italia si conta già il 30 per cento di iscritti di sesso maschile ma il fenomeno è in continua ascesa

I campi di applicazione del Pilates

I campi di applicazione del metodo Pilates spaziano dal fitness, per il semplice mantenimento del benessere fisico, al campo specialistico della riabilitazione ortopedica, attraversando la complementarietà all’allenamento sportivo o l’integrazione alla preparazione dei ballerini.

L’estrema versatilità del metodo Pilates lo rendono unica nel suo genere. Le persone che frequentano gli studi Pilates sono le più varie.

Pilates come fisioterapia

Il metodo pilates nasce come fisioterapia e si pone oggi all’attenzione del campo della riabilitazione come una innovativa tecnica di ginnastica posturale e di terapia riabilitativa. Il coinvolgimento di mente e corpo garantisce un risultato duraturo.

Pilates per i professionisti o manager

Mantenersi in forma ottimizzando i tempi da dedicare all’attività fisica. Un’opportunità di allenarsi, fissando gli appuntamenti in base alle proprie esigenze, con la massima flessibilità negli orari.

Pilates per chi è stanco dei ritmi infernali

Per chi decide di allenarsi in un ambiente rilassato, senza i ritmi serrati scanditi da una musica assordante e nel rispetto dei propri tempi interiori.

Pilates per chi vuole un metodo personalizzato

Gli amanti del benessere psico-fisico, che esigono un risultato concreto e tangibile con un impegno individualizzato e dosato, trovano nel metodo pilates la sintesi delle loro esigenze.

Pilates nello sport

Il metodo pilates è veramente flessibile e si adatta perfettamente agli sportivi che integrano la preparazione atletica o che eseguono programmi riabilitativi post traumatici.

Pilates e la gravidanza

Le donne in gravidanza che preparano corpo e mente al parto, trovano nel metodo pilates adeguati programmi di preparazione. Dopo la gravidanza il metodo pilates consente un rapido recupero del tono muscolare e della flessibilità articolare.

Pilates per la terza età

Gli anziani, che vogliono ritrovare l’elasticità del corpo e la giovinezza della mente, si rivolgono sempre più numerosi alla tecnica pilates, che consente la più ampia gradualità nell’esecuzione degli esercizi e si adatta alle più svariate situazioni fisiche. Il metodo di pilates rallenta i processi d’invecchiamento. Avvicinandosi alla terz’eta’ il corpo diventa meno agile e flessibile. L’inattività fisica comporta la diminuzione della densità ossea e il volume di massa magra. Gli esercizi di J. pilates rinforzano e allungano i muscoli nello stesso tempo, aiutandoti a sviluppare il giusto livello di mobilità , massa magra e densità ossea.

Pilates nella danza

I ballerini trovano una specifica applicazione del Metodo pilates per la danza classica, jazz, contemporanea ecc. L’esperienza maturata in anni ed anni di contiguità ha prodotto protocolli applicativi specifici per la danza.

Pilates e gli adolescenti

Il metodo pilates è un valido metodo di ginnastica posturale ed interviene efficacemente nei vizi posturali attraverso un programma variato e divertente, contribuendo alla prevenzione di futuri problemi posturali.

Pilates come integrazione della fisioterapia

I pazienti sottoposti a trattamenti di fisioterapia che, di concerto con il terapista, intendono integrare le terapie con una sana attività psico-fisica, possono rivolgersi in assoluta sicurezza al metodo pilates.

Pilates e la dieta dimagrante

Chi si sottopone ad una dieta dimagrante ha la necessità di consolidare la forma fisica raggiunta tonificando la muscolatura per rimodellare le proprie forme con particolare attenzione ai glutei e all’addome. Nessun altro metodo di allenamento offre risultati rapidi ed efficaci quanto il metodo pilates.

Pilates e la riabilitazione

La serie completa degli esercizi permette un lavoro muscolare non solo segmentario, ma di coordinazione di tutte le regioni corporee. Il metodo pilates permette di utilizzare tutti i piani spaziali. Il lavoro viene spesso effettuato in scarico, permettendo il mantenimento di un corretto allineamento della colonna vertebrale. In Fisioterapia con l’uso dell’Universal Reformer e della Cadillac si ottiene una mobilizzazione precoce dell’arto da riabilitare, in qualsiasi condizione esso si trovi, o quando il paziente abbia difficoltà a mantenere la posizione eretta. Qualsiasi tipo di lavoro muscolare è possibile con i vari attrezzi: con la sola eccezione del lavoro isocinetico, sono possibili sia esercizi in contrazione sia in estensione muscolare. Gli esercizi possono essere adattati, senza che i principi di base vengano snaturati, a specifiche esigenze in caso di particolari problemi clinici della colonna vertebrale o per particolari necessita nel campo della ginnastica posturale. Il metodo pilates è in accordo con i principi della fisiologia e della biomeccanica.

Pilates e gli interventi chirurgici

La pratica del metodo pilates permette un’ ottimale preparazione muscolare prima di un eventuale intervento chirurgico o può servire come efficace metodo di riabilitazione postoperatoria. Il programma da svolgere a casa propria è modificabile con l’aggiunta di piccoli pesi.

Vi aspettiamo a Parma al Pareti Sport Center di San Pancrazio. Se non sei mai stato iscritto con soli 15 euro ti associ, avrai un assicurazione sugli infortuni in sala e potrai provare per 2 settimane tutte le nostre lezioni.

Per maggiori informazioni chiama il 338 3372511. Ti risponderà Yvette che è l’insegnante di Pilates dei nostri corsi.

 

Pilates al Pareti Sport Center di San Pancrazio

Abbigliamento per una lezione di Pilates

Iniziare un’attività sportiva è ormai fondamentale se ci si vuole mantenere in forma. Nel corso degli ultimi anni hanno preso piede tantissime nuove discipline sportive o comunque attività affini che contribuiscono al nostro mantenerci in forma. Tuttavia risulta al contempo fondamentale sapersi abbigliare quando andiamo ad iniziare una nuova disciplina, sia per essersi vestiti nel modo più comodo possibile, che per piacersi, cosa che non deve mai risultare banale. Oggi vi proponiamo una guida si come abbigliarsi quando si va ad una lezione di pilates, sport che ha riscontrato un enorme successo negli ultimi anni.

Occorrente

  • Leggins
  • Calzini
  • Maglie da pilates
  • Borsone

Utilizzare abiti traspiranti

Gli esercizi del metodo Pilates sono estremamente semplici, proprio come dovrà essere l’abbigliamento per la prima seduta di allenamento. È importante che vi sentiate a vostro agio negli indumenti che indossate, che devono essere morbidi, piacevoli e garantire sufficiente libertà di movimento. L’ideale sarebbe utilizzare abiti traspiranti. È consigliabile optare per un paio di pantaloni comodi e aderenti, per esempio dei leggings, e per una maglietta non troppo larga, meglio se a maniche corte o addirittura smanicata.

Riconoscere quali muscoli si esercitano

Una delle condizioni fondamentali per una buona riuscita dell’allenamento è la capacità di riconoscere i muscoli che si stanno esercitando. L’istruttore, infatti, controllerà se state eseguendo correttamente gli esercizi vedendo la muscolatura specifica che utilizzate per ogni movimento: anche per questo è utile avere vestiti abbastanza attillati. Le sedute di Pilates consentono il contatto diretto con il pavimento e non richiedono l’uso di costose scarpe sportive. Tutti gli allenamenti vengono eseguiti a piedi nudi o con calzini antiscivolo: procuratevene qualche paia, in modo da avere un eventuale ricambio se necessario.

Indossare capi sovrapposti

Se sudate facilmente o, al contrario, tendete ad avere sempre freddo, è meglio che indossiate più capi sovrapposti (il classico abbigliamento “a cipolla”), in modo da poterli togliere quando necessario. Potreste ad esempio mettere un top sotto la maglietta, a cui aggiungere un leggero gilet in pile. Nella scelta dell’abbigliamento è bene osservare che i tessuti troppo attillati possono creare uno sfregamento che a lungo andare potrebbe irritare la pelle, mentre camicie e calzoni troppo ampi tendono a svolazzare attorno al corpo, ostacolando il controllo dei movimenti che è di fondamentale importanza. Tenete dunque presenti questi nostri consigli se volete indovinare il giusto abbigliamento per una lezione di pilates. Buona fortuna!

Consigli

Non dimenticare mai:

  • Utilizzare abiti traspiranti
  • Conoscere quali muscoli si utilizzano
  • Non esporsi al freddo
  • Vestitevi in modo comodo, ma non troppo largo
ASD Dance & Fitness – Lezione di Pilates

 

Benefici psicologici del Pilates

Praticare sport è una delle attività più consigliate da medici e psicologi. Accelera la mente, rafforza i muscoli e secerne endorfine, gli ormoni della felicità. Anche se ci sono sport per tutti i gusti, ultimamente è in auge una disciplina: nulla è paragonabile all’intensità dei benefici psicologici del pilates.  La ragione del suo successo non si deve solo all’incredibile miglioramento fisico sperimentato da chi lo pratica, ma anche agli enormi benefici psicologici del pilates. Chi fa questo sport dice di sentirsi molto meglio da un punto di vista psicologico ed emotivo.

Aiuta a dormire

Il pilates ci rende più rilassati quando andiamo a letto, favorendo il sonno e un buon riposo. Riduce anche lo stress. Migliora la concentrazione e aiuta a eliminare i pensieri negativi grazie alla pratica della respirazione profonda: ci liberiamo delle tossine attraverso l’espirazione e durante l’inalazione ossigeniamo pelle, muscoli e organi.  Si tratta di un fantastico rimedio naturale che a volte ci evita di dover ricorrere ad altri metodi per dormire.

Aumenta l’autostima

Uno dei vantaggi psicologici del pilates è che in qualche modo migliora la nostra autostima. Quando si iniziano a vedere i cambiamenti nel corpo, aumenterà anche la fiducia in noi stessi.

Rilassa e rafforza

È noto che questo sport è uno dei più rilassanti che esistano. Tonifica il corpo e migliora la respirazione, che spesso causa problemi in situazioni di conflitto. Il pilates è altamente consigliato per le persone con disturbi di stress e ansia per via dei suoi buoni risultati. È ottimo anche per chi vuole migliorare la propria qualità di vita e vuole provare qualcosa di nuovo che vada oltre le discipline tradizionali.

Socializzare

I corsi di pilates ci permettono di conoscere moltissime persone. È un ottimo modo per socializzare, senza dover ricorrere a sport di gruppo, non adatti a tutti.  Se siete persone che preferiscono stare da sole, non preoccupatevi. Ci sono corsi alternativi con poche persone o potete addirittura provare praticare il pilates da soli a casa. Si consiglia, comunque, di consultare un esperto. Bisogna stare molto attenti al modo in cui ci si allena.

Migliora la vita sessuale

Con il pilates la nostra sensibilità è a fior di pelle. Rafforza la zona pelvica, la parte bassa della schiena e i muscoli addominali, permettendo che sia molto più facile e piacevole ottenere un orgasmo.  Allo stesso modo, aumenta la flessibilità, cosa che porta con sé una serie infinita di nuove possibilità. Non abbiate paura di sperimentare, a patto che entrambi siate d’accordo, qualsiasi contributo per migliorare la qualità della vostra vita sessuale dovrebbe essere accolto con favore.

Consente di conoscersi meglio

Uno dei vantaggi più ignorati del pilates è che ci permette di conoscere meglio noi stessi. Può sembrare banale, ma è molto importante per quanto riguarda la percezione che abbiamo delle nostre qualità, difetti e capacità. Una buona conoscenza di sé è la chiave per stabilire una connessione tra il corpo e la mente. Raggiungere l’armonia tra i due non è sempre facile, ma grazie alla concentrazione e alla respirazione, si può riuscirci. Il pilates è perfetto per ogni persona e per ogni età. Non vi è alcun limite di partecipanti e non è regolato da rigide regole da seguire. Si tratta di migliorare le nostre capacità, rafforzando il rapporto con noi stessi.

Forse non vi convince del tutto, ma non ci perdete nulla concedendogli una possibilità. Non esitate a provare, i benefici psicologici del pilates vi sorprenderanno.

Vi aspettiamo a Parma al Pareti Sport Center di San Pancrazio. Se non sei mai stato iscritto con soli 15 euro ti associ, avrai un assicurazione sugli infortuni in sala e potrai provare per 2 settimane tutte le nostre lezioni.

Per maggiori informazioni chiama il 338 3372511. Ti risponderà Yvette che è l’insegnante di Pilates dei nostri corsi.

Pilates al Pareti Sport Center di San Pancrazio Parmense

Pilates a Parma

Hai sentito parlare di Pilates ma non sai di preciso cosa è? A San Pancrazio Parmense, al Pareti Sport Center in via Francesco Magani 14/a,  la nostra associazione propone diverse ore settimanali. Per poter avere accesso all’attività occorre però prima richiedere di associarsi e versare la quota sociale di 15 euro che, oltre all’assicurazione sugli infortuni in sala, ti offrirà anche la possibilità di provare, per due settimane, tutte le lezioni che vuoi.

Se ti abbiamo incuriosito, senza impegno, passa a conoscerci oppure chiama il 338 3372511 per ulteriori informazioni a riguardo.

Yvette Novak, Presidente e insegnante di Pilates della nostra associazione, saprà darti tutti i consigli del caso.

ASD Dance & Fitness – Orari Pilates al Pareti Sport Center di San Pancrazio

 

5 benefici del Pilates

Il pilates sta diventando una pratica sempre più comune nelle palestre ed è molto apprezzato, soprattutto da noi donne. Ma cos’è esattamente e quali benefici può avere sul nostro corpo?

Il metodo pilates è stato lanciato nel 1923 negli Stati Uniti dal tedesco Joseph Pilates (1883-1967), dopo aver studiato i movimenti dei bimbi piccoli e degli animali e avendolo prima di tutto sperimentato su se stesso. Joseph, infatti, era nato con un corpo molto gracile e soffriva di vari problemi di salute che avevano colpito e indebolito la sua muscolatura. Cominciò a studiare l’anatomia (insieme allo yoga, il Tai Chi e alla meditazione) e usò l’esercizio fisico per rinforzare il suo corpo. Il suo metodo funzionò e da grande divenne un ottimo sportivo, bravissimo nella boxe, nel nuoto, nello sci e ovviamente nella ginnastica.

Durante la prima guerra mondiale Pilates venne internato in un campo di concentramento dove lavorò in ospedale come barelliere. Qui aiutò i feriti, che non potevano alzarsi dal letto, usando il suo metodo di allenamento e regalando loro moltissimi benefici. Questi benefici sono giunti fino a no e si possono sintetizzare in 5 punti, che vi elenchiamo qui. Vedrete che alla fine sarete tentate di provarlo!

1 – Muscoli

Uno degli obiettivi chiave del pilates è rafforzare il core, cioè la cintura addominale. Durante l’allenamento viene posta l’attenzione soprattutto su questi muscoli, per potenziarli e migliorare la postura, prevenendo così anche eventuali infortuni che potrebbero banalmente colpirti durante i movimenti della vita quotidiana.

2 – Flessibilità

Joseph Pilates ci credeva fermamente: «La vera flessibilità può essere raggiunta soltanto quando tutti i muscoli sono sviluppati in modo uniforme». Ecco perché nelle lezioni di pilates si lavora con piccoli movimenti che rafforzano ogni muscolo. Una combinazione di pilates e yoga può poi aumentare ulteriormente la tua elasticità.

3 – Dimagrire

Il pilates può sembrare un allenamento poco intenso, probabilmente non suderete moltissimo, ma diversi studi hanno dimostrato che può farvi perdere peso. Il pilates quindi non solo migliora la postura e tonifica, ma serve anche a modellare il corpo in modo armonioso.

4 – Consapevolezza

Joseph Pilates descrisse il suo metodo come «un collegamento completo del corpo, della mente e dello spirito»Alycea Ungaro, proprietaria di Real Pilates Nyc, ha dichiarato al The Guardian: «Il pilates può essere una pausa mentale ed emotiva per coloro che soffrono di depressione, ansia o stress quotidiani. Può ringiovanire la mente e ripristinare lo spirito. A volte penso che i benefici siano quasi in linea con quelli della meditazione».

5 – Sollievo dal dolore

Per chi soffre di mal di schiena, specialmente nella parte bassa, il pilates potrebbe essere un vero toccasana. È importante però una visita medica prima di iniziare e trovare un istruttore qualificato per eseguire le mosse correttamente, altrimenti si rischia di peggiorare la situazione.

Pilates al Pareti Sport Center di San Pancrazio

Pilates e mal di schiena

Se soffriamo spesso di fastidiosi mal di schiena sappiamo bene che non abbiamo la possibilità di eseguire alcuni movimenti e molte volte questo rappresenta la scusa principale per impigrirci, il pretesto a cui ci aggrappiamo per non andare in palestra o evitare di praticare sport. Tuttavia, una volta provato una lezione di Pilates, anche per le più svogliate di noi non ci saranno più scuse. Infatti, seguire questi corsi rappresenta un vero toccasana per tutti coloro che soffrono di problemi posturali e i benefici del Pilates sono praticamente immediati. Per chi non avesse chiaro cos’è il Pilates, si tratta di una tipologia di allenamento che punta, secondo le parole del suo fondatore, il tedesco Josehp Pilates, alla “realizzazione e mantenimento di un corpo sviluppato uniformemente con una armonia mentale, in grado di svolgere quotidianamente i molti e vari compiti con naturalezza, facilità e con piacere” .

Questo significa che il Pilates, che è nato ed è stato messo a punto all’inizio del ‘900, si articola come una ginnastica dolce, pensata per far in modo che la persona prenda coscienza del proprio corpo e riesca a svolgere i movimenti quotidiani in maniera fluida e armoniosa. Il suo inventore, infatti, mise a punto una tipologia di allenamento a New York, intorno al 1920, che riusciva a coniugare l’aumento della forza fisica in contemporanea con uno sviluppo armonioso del proprio corpo. Se i primi anni furono in sordina, successivamente il Pilates è stato conosciuto e apprezzato dalle maggiori personalità di spicco del mondo del cinema e dello spettacolo, fino ai giorni odierni, dove personaggi del calibro di Pippa Middletone, Jessica Biel e Kete Winslet lo praticano regolarmente.

Per capire a cosa serve il Pilates, basti pensare che alla sua base c’è una precisa filosofia che si fonda sul controllo e sulla fluidità del movimento, il quale deve essere guidato da una serie di fattori, come la concentrazione mentale e il controllo muscolare, il tutto scandito da una precisa e regolare respirazione, indispensabile per sfruttare al meglio le contrazioni del proprio diaframma e consentire di trarre il massimo dell’energia da ogni movimento. Gli effetti del Pilates si notano sulla cosiddetta Power House, ossia l’insieme di muscoli adduttori, lombari, glutei e addominali, praticamente tutti quelli che sono direttamente connessi con il tronco. Anche se a prima vista potremmo pensare che il Pilates sia un tipo di ginnastica che fonde stretching e Yoga ma che non sia troppo incisivo, basterà seguire qualche lezione o approfondire la tipologia di esercizi proposti per ricrederci del tutto: per chi si chiede dopo quanto tempo si osservano i primi risultati positivi, i riscontri sono rapidissimi:

– Benefici per la schiena, perché scompaiono le tensioni e migliora la postura; – Benefici per la cervicale in quanto gli esercizi proposti sono in grado di sciogliere le rigidità muscolari

– Benefici anche per le gambe, infatti, il Pilates va a migliorare la circolazione e, in più, contribuisce indirettamente a ridurre cellulite perché stimola il microcircolo e aiuta a evitare il ristagno dei liquidi linfatici.

Dimagrire con il Pilates

Anche se il suo principale obbiettivo non è il dimagrimento, sicuramente il miglioramento delle condizioni generali del corpo aiutano a stimolare la perdita di grasso, soprattutto perché ci si sente più energici e si amplia la possibilità di movimento; questo, abbinato a una corretta alimentazione, aiuta a stimolare anche la lipolisi, cioè lo scioglimento del grasso corporeo. Ecco perché pensare che il Pilates fa dimagrire è sbagliato, ma ritenere che grazie ai benefici che offre si possa anche perdere peso in maniera indiretta è, invece, il giusto atteggiamento. Un obbiettivo che è perseguibile, invece, è il rimodellamento del proprio corpo e il rafforzamento di alcuni gruppi muscolari.

Gli esercizi proposti, infatti, sono specifici per i muscoli posturali e per imparare a regolare la respirazione nel modo corretto, ma hanno anche il vantaggio di poter essere eseguiti anche a casa. Il metodo di allenamento del Pilates si può avvalere o meno di strumenti accessori e anche se per chi è agli inizi e si sta avvicinando a questo mondo da poco, è consigliabile eseguire gli esercizi base di Pilates seguiti da un istruttore esperto che possa dare le giuste indicazioni, sarà poi possibile ripetere questi esercizi a casa propria.

Principalmente gli esercizi base di Pilates sono a corpo libero e si lavora sia in posizione eretta che in posizione supina o prona. Bisogna prestare particolare attenzione a svolgere in maniera corretta tali esercizi in quanto, soprattutto per chi soffre di mal di schiena, si possono andare a sollecitare le articolazioni e tutta la muscolatura del tronco addominale, fino al bacino: un netto miglioramento, nei casi di mal di schiena, lo si avverte proprio quando si riesce a rinforzare l’assetto del proprio baricentro e per fare questo un altro tassello da non sottovalutare è la corretta respirazione. Infatti, la respirazione cambia durante l’esecuzione dell’esercizio e uno degli obbiettivi è proprio quello di riuscire a controllare a dovere il diaframma. Nella parte iniziale dell’esercizio occorre abbassare il muscolo diaframmatico inspirando, in modo da consentire all’aria di entrare, mentre arrivati al culmine dello sforzo occorre cominciare l’espirazione, innalzando il diaframma e permettendo all’aria di defluire. Il tutto deve essere sincronizzato con i muscoli addominali, per cui il Pilates è particolarmente adatto anche all’allenamento della zona toracica. Quando il Pilates si avvale di strumenti, inoltre, per lo più sono accessori come soft ball, elastici o particolari pedane che accompagnano la postura negli esercizi dedicati alla schiena.

Pilates: controindicazioni

Il Pilates è un tipo di allenamento particolarmente indicato in casi di dolori alla schiena collegati a una scorretta postura, a casi patologici di scoliosi, cifosi, lombosciatalgie, ecc. ma anche quando si riscontrano problematiche cervicali dovute, per esempio, a vertebre schiacciate o problemi alle articolazioni della mandibola.

Vista la particolare natura dell’allenamento, non ci sono eccessive controindicazioni nel suo svolgimento, piuttosto è fondamentale affidarsi a un istruttore esperto in quanto è necessario eseguire in maniera corretta le varie posizioni che l’allenamento prevede. Il rischio è quello di peggiorare i sintomi, anziché migliorarli. Una volta che si è presa dimestichezza con la tecnica e con le posizioni basilari, ci si può continuare ad allenare anche da soli: sono infatti disponibili anche in rete molti esercizi di Pilates da fare a casa, oppure specifici video con intere lezioni che aiutano lavorare sul proprio fisico in perfetta autonomia. Tuttavia, soprattutto per chi ha problematiche alla schiena o per le donne in gravidanza avanzata, dove l’ingombro del feto potrebbe ostacolare l’esecuzione dell’esercizio, è sempre bene rivolgersi a una persona esperta per una supervisione, oltre ad aver deciso insieme con il proprio medico la giusta strategia.

Pilates al Pareti Sport Center di San Pancrazio

Pilates: alla scoperta dei numerosi benefici

Leggi la bellissima storia del fondatore del pilates e scopri i numerosi benefici di questo sport. A terra (mat pilates) o su delle  macchine specifiche, una seduta di pilates alterna esercizi di allungamento, rinforza, allena i muscoli e migliora la  mobilizzazione delle articolazioni.

Ci sono più di 500 esercizi, per cui è difficile annoiarsi.  Nel fare gli esercizi, si lavora molto sulla respirazione per sollecitare e prendere coscienza della propria cintura addominale.

 I risultati? Ecco quello che diceva l’inventore di questa disciplina, Joseph Pilates: “In dieci lezioni sentirai la differenza, in venti lezioni vedrai la differenza, in trenta lezioni avrai un corpo nuovo”. Niente male come premessa!

Chi è Joseph Pilates?

Joseph Hubertus Pilates è nato in Germania nel 1880. Era un bambino fragile e asmatico. In età adulta, cominciò a studiare molte discipline come lo yoga e le arti marziali, formulando un sistema che funzionava sul suo corpo: una serie di principi che proclamavano il “il diritto di ogni individuo a restare in salute”, cioè controllogy, conosciuta oggi come pilates. Un vero genio!

Lo sport delle star!

E’ vero che lo praticano  molte star come Gwyneth Paltrow, Madonna, Hugh Grant, Sharon Stone, Tina Turner, Jennifer Aniston  ma  il pilates non è  solo una moda. E’ un’attività sportiva che va avanti dal 1926 e che ha dimostrato nel tempo la sua validità e la sua efficacia nel mondo della danza, dell’educazione sportiva e dello fisioterapia.

Come funziona?

Il metodo pilates si basa su questi elementi:

  • La respirazione: crea il legame tra il corpo e lo spirito
  • La concentrazione: è il principio “ mind and body”, i muscoli reagiscono meglio se la mente è concentrata
  • Il centro: il centro del corpo ha un’importanza fondamentale. Saperlo controllare permette l’esecuzione dei movimenti in tutta sicurezza
  • Il controllo : l’obiettivo principale del pilates è di riuscire a controllare il movimento in modo tale da sviluppare la coordinazione
  • La precisione: durante l’esercizio, bisogna concentrarsi sui dettagli del movimento
  • La fluidità: in ogni movimento, non si deve percepire l’inizio e la fine ma va eseguito con continuità.

Sono sedute di 50 minuti sulle macchine  o a terra oppure alternando i due metodi . Ogni esercizio deve essere ripetuto tra le 5 e le 10 volte in modo lento e preciso. L’inspirazione e l’espirazione sono molto importanti.

Ecco come Joseph descrive la disciplina inventata da lui: “Pochi movimenti ben programmati ed eseguiti con precisione in una sequenza bilanciata hanno lo stesso valore di ore e ore di contorsioni forzate e fatte in modo approssimativo”.
“Ho inventato tutte queste macchine. Ho pensato, perché usare la mia forza? Così ho inventato una macchina che lo facesse al posto mio. Farà resistenza ai tuoi movimenti soltanto nel metodo corretto, così che i muscoli interni dovranno veramente lavorare con questa forza di opposizione. 
In questo modo potrai concentrarti sul movimento. Dovrai sempre farlo in lentezza e dolcezza, allora il tuo corpo ne sarà coinvolto completamente”.

Il pilates per tutti

il pilates è ottimo per gli sportivi di alto livello ma anche per i sedentari desiderosi di ritrovare la forma. E’ un metodo che rispetta le capacità fisiche di ognuno e non richiede sforzi violenti. E’ consigliato a chi ha subito un trauma sportivo e alle donne incinte (tranne l’ultimo mese),  ma è  anche ottimo per chi vuole tornare in forma dopo il parto (indicato a 2 mesi dal parto).

Ecco i numerosi benefici:

  • sviluppa la presa di coscienza dei muscoli.
  • rinforza i muscoli addominali
  • migliora la mobilità e la flessibilità della colonna.
  • garantisce una muscolatura lunga e potente.
  • migliora la stabilità del bacino e delle spalle.
  • migliora la postura
  • dolori lombari
  • è ottimo come sport complementare. Esempio:  a chi va a correre 2 volte a settimana, si consiglia di praticare pilates una volta a settimana per allungare i muscoli in modo da evitare ferite
  • ti libera dello stress e ti dona un senso di benessere.

Dove praticarlo

Guarda gli orari delle lezioni di Pilates nel nostro planner e vieni a conoscerci al Pareti Sport Center di San Pancrazio. Con soli 15 euro ti associ e puoi provare per 2 settimane tutte le nostre lezioni.

info al 338 3372511 / 348 5543957

Pilates Point Parma